In un mio precedente articolo/video che trovate qui e che vi suggerisco di leggere/vedere, vi avevo già raccontato che, senza una riforma del sistema pensionistico, dal primo gennaio 2023, torneremo alla Legge Fornero, legge che in pratica prevede l’uscita dal mondo del lavoro a 67 anni e la possibilità di un’uscita anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (uno in meno delle donne).

Ma il nuovo governo sta già lavorando a delle idee di riforma.

Capiamo insieme cosa prevede una di queste idee.

Metto qui sotto il video in cui spiego tutto, ma più sotto, per chi lo preferisce, c’è anche il classico nero su bianco… buona visione o buona lettura.

Per ogni domanda non esitate a contattarmi. Trovate i miei vari canali e contatti cliccando QUI .

Vi suggerisco anche la lettura/visione di :

A quanto si può leggere sulla stampa specializzata, la nuova ministra del Lavoro, Marina Calderone, starebbe lavorando all’idea di mandare in pensione tutti subito dopo i 60 anni.

Per la precisione la riforma toccherebbe chi ha tra i 61 e i 66 anni, con la cosiddetta «Quota flessibile», ovvero quota 100 o 102, ottenuta con la semplice somma tra età e anni di contributi, ma non in modo rigido.

E sempre stando a quello che rivela la stampa, rimarrebbe comunque il requisito dei contributi minimi di 35 anni di lavoro.

Ma è davvero fattibile questa proposta? Per rispondere alla domanda si deve considerare la sostenibilità economica per lo Stato.

E questa, sempre in base a quanto ci dice la stampa, passerebbe attraverso due strade:

1- il ricalcolo delle quote di pensione che ricadono sul sistema retributivo con il metodo contributivo;

2 – con una riduzione percentuale della pensione futura per ogni anno di anticipo rispetto all’età prefissata.

In altre parole, tutte e due le strade si traducono in “si va in pensione prima, ma con meno soldi” e visti i tempi che corrono da poveri vecchi finiremo per essere vecchi poveri.

Bene, a questo punto per ogni domanda non esitate a contattarmi perché anche per oggi è tutto, quindi vi saluto.

Trovate i miei vari canali e contatti cliccando QUI .

PENSIONI - In pensione subito dopo i 60 anni? Ecco uno dei progetti del nuovo Governo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.