Questo sotto è un mio post del marzo 2020, ma anche oggi assolutamente attuale, per cui lo ripropongo.

Nella tabella utilizzata manca l’anno del Covid, ma il risultato non differisce da quelli che lo hanno preceduto, per cui l’importante, come sempre, è il concetto generale.

.

Da qualche parte ho letto che “Si impara dall’esperienza, ma quando puoi devi imparare dall’esperienza altrui…”.

Ed eccoci quindi a cercare di apprendere qualcosa di finanziario studiando i ribassi e le riprese dei mercati dal 1932!

L’immagine sotto, immagine pubblicata dal noto quotidiano finanziario “Il Sole 24 Ore”, ci evidenzia la storia dei mercati finanziari, tra alti e bassi, dal 1932 ad oggi.

L’interessante è focalizzarsi su quanti sono stati i guadagni dopo i crolli.

Prendiamo ad esempio la terza riga. Questa ci evidenzia che dall’ottobre 2007 al marzo 2009 il ribasso è stato del 52% in 15 mesi.

Ma anche che nei 25 mesi successivi il rialzo è stato del 225%.

Cosa ci insegna la storia?

Beh, innanzi tutto che sebbene durante i tracolli a tutti noi sembra sempre essere vicini alla fine del mondo finanziario, il mondo in realtà non finisce e risorge.

E poi, chi ha la freddezza di comprare nelle fasi più buie dei mercati, nel tempo gioisce.

Ed oggi dove siamo? Beh le borse mondiali sono già ad un -40%……è arrivato il momento di comprare?

Ti lascio con questo interrogativo, ma se vuoi un confronto di persona mi trovi cliccando QUI .

Nel frattempo, ti suggerisco alcune letture interessanti:

ribassi e riprese

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.