Risparmiare è importantissimo.

Le motivazioni per farlo possono essere diverse per ognuno di no.

C’è chi lo deve fare per comprare una macchina nuova in futuro, c’è chi lo deve fare per comprare casa o chi lo deve fare per assicurarsi un bel gruzzoletto per quando andrà in pensione, c’è chi lo deve fare anche per tutti i motivi che vi ho detto fino ad ora.

Le motivazioni personali per farlo, alla fine dei conti, non sono così rilevanti, perchè l’importante è risparmiare.

Ma gestire al meglio le proprie finanze e stabilire un budget mensile di risparmio può essere impegnativo e difficile.

Perchè un mese potremmo essere tentati dal cellulare nuovo, un altro ci può essere quella cena con gli amici in più, un altro una bolletta imprevista.

Per risparmiare in maniera più metodica, un buon punto di partenza per tutti noi può essere quella di usare la strategia del 50-30-20. 

Capiamo insieme di cosa si tratta.

Metto qui sotto il video in cui spiego tutto, ma più sotto, per chi lo preferisce, c’è anche il classico nero su bianco… buona visione o buona lettura.

Per ogni domanda non esitate a contattarmi. Trovate i miei vari canali e contatti cliccando QUI .

Vi suggerisco anche la lettura/visione di :

Per risparmiare con la regola del 50-20-30 dobbiamo innanzitutto dividere il nostro stipendio o reddito in tre grandi categorie: necessità, desideri, risparmi e investimenti.

Il 50% del nostro mensile normalmente viene assorbito dalle necessità ovvero da tutte spese essenziali, come l’affitto o la rata del mutuo, il cibo, le bollette, l’assicurazione, la benzina per la macchina e così via. 

Il 30% dello stipendio, invece, dovremmo destinarlo a cose che desideriamo, ma che non sono essenziali, come ad es. l’iPhone nuovo,  i viaggi, le cene fuori, lo shopping, il cinema ed il divertimento in genere.

Questa categoria, però potrebbe essere, più delle altre, “flessibile”. Cioè, ad es, se le spese necessarie dovessero assorbire oltre la metà del nostro reddito, potrebbe essere intelligente considerare di ridurre qualcosa dal 30% della categoria dei desideri.

Il 20% del proprio stipendio, infine, dovrebbe essere destinato invece al risparmio e agli investimenti. Questa categoria include, prima di tutto e prima di pensare agli investimenti veri e propri, la liquidità sul conto per le emergenze.

Normalmente si raccomanda di tenere liquido sul conto un ammontare di liquidità per coprire da tre a sei mesi di spese di vita. 

E dopo aver costituito questo cuscinetto di sicurezza, si può destinare il 20% a veri e propri investimenti finanziari per far crescere il nostro capitale nel tempo.

Bene amici, l’approccio 50-30-20 può essere sicuramente un buon punto di partenza, ma non è certo il solo metodo per gestire i propri soldi.

Bene amici, a questo punto per ogni domanda non esitate a contattarmi perché anche per oggi è tutto, quindi vi saluto.

Trovate i miei vari canali e contatti cliccando QUI .

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Soldi, come riuscire a risparmiare con la tecnica 50-30-20.