Conti correnti privati? Al via i controlli del “Risparmiometro”.

Già, proprio così, dopo i controlli sui conti delle ditte, sono ormai partiti i controlli sui conti correnti “privati” (forse sarebbe meglio chiamali personali) di migliaia di italiani.

Il Risparmiometro è l’ultima arma messa in campo dallo Stato per combattere l’evasione fiscale.

Nella sostanza è un algoritmo che verifica se i risparmi accumulati in un anno sono coerenti con i redditi dichiarati dal cittadino.

In caso di scostamento fra entrate e uscite superiore al 20%, crea degli elenchi selettivi su cui poi scattano i controlli.

Il tutto avvalendosi di un’enorme mole di dati accumulata in dieci anni.

Da anni, infatti, le banche sono obbligate a fornire al Fisco i saldi annuali dei nostri conti e altre informazioni su base mensile, come ad es. le operazioni effettuate allo sportello con assegni o contanti. 

Il cosiddetto “Grande Fratello fiscale” non darà scampo a chi, nelle più ampia tradizione italiana, versa o ha versato sul conto cifre periodiche per lui non “sospette” e comunque frutto di “nero”.

Il confronto tra reddito dichiarato, costo medio della vita e risparmio accumulato non lascerà scampo e sarà il cittadino a dover spiegare e dimostrare le eventuali discrepanze.

Le operazioni di prelievo e deposito di contanti saranno quelle più monitorate.

In casi giudicati sospetti, il cittadino potrà essere chiamato anche di fronte all’autorità giudiziaria e dovrà presentare apposita documentazione per non essere accusato di guadagno illecito o di lavoro in nero.

Sul tema suggerisco anche la lettura di :

controlli conti correnti

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

#consulentefinanziario #consulenza #consulenzafinanziaria #tutelapatrimoniale #consulentefinanziariocattolica #privatebankercattolica #bancacattolica #bancafideuramcattolica #cassettedisicurezza