Investire con successo……la base !!

Il celebre Warren Buffet, uno dei più grandi investitori di sempre, ci ricorda che :

La prima regola è non perdere denaro. La seconda è non dimenticare la prima”.

Più facile a dirsi che a farsi, visto che la storia finanziaria anche recente è disseminata di “vittime”.

Ma come si fa, quindi, a non perdere denaro ?!

Beh non avendo una sfera di cristallo per prevedere il futuro, l’unica tecnica per non perdere nel tempo soldi si chiama diversificazione. Ma che vuol dire ?

Diversificazione è un concetto astratto che in concreto significa “non mettere tutte le uova nello stesso paniere”, perché, ovviamente, se cade la cesta si rompono tutte.

A questo punto ti starai chiedendo ma che c’entrano le uova ? Non si parlava di finanza ? Beh come per le uova, diversificare i miei risparmi/investimenti, vuol dire che non dovrei metterli tutti in un solo strumento (il Btp ad es.).

Del resto se regalo 10 ossi al mio cane, lui corre in giardino, scava 10 buche in altrettanti punti del giardino e nasconde un osso in ogni buca, perché teme che qualcuno trovi il suo tesoro.

Ecco, ogni risparmiatore per investire deve utilizzare circa la stessa tecnica. O per caso è più intelligente il mio cane ? No, a questo non voglio crederci……..

Ma chiariamo un altro concetto importantissimo.

Se l’idea della diversificazione è infatti semplice e di immediata comprensione (“Non mettere tutte le tue uova in un unico paniere”) è altrettanto vero che le logiche tecniche secondo cui attuarla sfuggono ai più.

Da un punto di vista tecnico, infatti, per approfondire il tema della diversificazione, dovremmo parlare di macro e micro asset class, di obbligazioni, azioni ed investimenti alternative, di dollaro e altre valute, di  volatilità, var e correlazione, etc……

Tranquillo, non farò una sessione universitaria. E, per tutelarti al meglio, l’importante per te è capire il concetto.

Ho conosciuto tanti convinti di aver diversificato semplicemente perché hanno investito in un due Btp a scadenze diverse ed una obbligazione della banca locale. Senza tuttavia comprendere che la loro diversificazione è pressoché nulla, perché hanno investito in un’unica valuta (euro), in un unica asset class (le obbligazioni governative europee) ed in un unico mercato (quello italiano).

Nemmeno coloro che ripartiscono i propri risparmi in diverse banche in realtà diversificano. Posso ottenere una diversificazione ampia anche mettendo tutti i miei risparmi in una sola banca. Ma poi devo utilizzare i giusti strumenti per diversificare quanto investo.

Tornando al buon senso, la logica della diversificazione era già nota ai tempi del commercio via mare. Ricordiamo infatti :

“….la mia ricchezza è ripartita su differenti vascelli, in differenti luoghi ed è destinata a maturare in tempi diversi….” (Il mercante di Venezia, Shakespeare, fine XVI secolo).

La facile logica sottostante è che il mondo è tanto grande e le possibilità di investimento molto ampie, per cui perché limitarsi solo a poche opzioni che ci fanno rischiare di veder svanire parti importanti del nostro risparmio ?

Da alcuni eventi funesti susseguitesi nel tempo (Cirio, Parmalat, Argentina, default di Banche,) è evidente che:

  • le informazioni che riceviamo sono parecchio frammentarie e confuse per non dire spesso artificialmente nascoste o pilotate
  • una nuova crisi potrebbe esplodere anche domani mattina e non potremmo prevederlo (come potremmo prevedere un 11 settembre?).

Ecco quindi che possiamo dividerci tra fatalisti, pessimisti, teorici della cospirazione, contrarian, fautori della dissoluzione dell’euro etc, ma la realtà è solo una : il futuro non lo può prevedere nessuno !!

E quindi che vuoi fare nell’incertezza? Preferisci correre il rischio di investire scommettendo sulle tue convinzioni e sperare di non vedere svanire i tuoi risparmi o vuoi ammettere la nostra difficoltà nel prevedere il futuro e di conseguenza diversificare e minimizzare i rischi.

Come avrai capito, la mia idea è che se mai c’è stato un tempo in cui diversificare ha avuto davvero senso, questo è OGGI.

Nella diversificazione, tuttavia, non bisogna eccedere. Molti studi dimostrano che costruire la corretta asset allocation (ripartire i propri risparmi tra le tante e diverse alternative di investimento) è più importante che scegliere cento prodotti diversi.

Un portafoglio troppo frammentato non è necessariamente meno rischioso; al contrario è quasi sicuramente più costoso. E’ come un cuoco che può disporre di ottimi ingredienti, ma non sa cucinarli oppure usa troppo o troppo poco sale.

Insomma, come tutte le cose, anche la diversificazione ha le proprie regole da comprendere e seguire nel dettaglio prima di poter essere attuata con efficacia. 

E se tecnicamente non sai come ottenere una buona diverificazione, affidati ad un esperto e non fare da solo chiedendo magari consigli in quel noto centro di esperti finanziari che è il bar !

Se poi vuoi capire meglio come investire e diversificare i tuoi risparmi o vuoi verificare la bontà di quanto hai già fatto con la tua banca, non esitare a contattarmi !

Sul tema puoi anche leggere :

investire con succeesso

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.