Separato o separata ?! Sei comunque erede dell’ex…..

Già, è proprio così. Anche se in tanti lo ignorano.

Infatti, secondo la legge, con la semplice separazione il legame che univa marito e moglie si allenta ma non si recide del tutto. Diciamo, per capirci meglio, che la separazione è una fase “preparatoria” al divorzio e solo con il divorzio il legame di matrimonio cessa definitivamente.

Il coniuge superstite, in caso di sola separazione, ha diritto ad ereditare parte dei beni del deceduto.

Ma solamente in presenza di condizioni specifiche.

Infatti, occorre sottolineare che il coniuge separato ha diritto a beneficiare di una quota del patrimonio del defunto, ma solo nel caso in cui il tribunale non abbia attribuito al medesimo l’addebito, ovvero la responsabilità della rottura del matrimonio.

E l’addebito può avvenire, ad esempio, in caso di provato tradimento. Il contratto di matrimonio, infatti, recita “……Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale………”.

In termini legali, cioè il vincolo del matrimonio si realizza firmando un vero e proprio contratto con il coniuge, contratto che implica diritti e doveri. Ed il tradimento rappresenta una violazione dei doveri che nascono da questo contratto

Solamente con la sentenza di divorzio, fase successiva alla separazione, l’ex superstite non avrà diritti successori per nessun bene del deceduto.

Quindi amici, attenti a “fare i conti senza l’oste” in termini di eredità e successione. Perché la legge è chiara e, come sempre, non ammette ignoranza.

Per ogni chiarimento o approfondimento sul tema, non esitare a contattarmi !

Sul tema suggerisco anche la lettura di :

separazione, separato, separata e diritti ereditari

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.