Dopo l’approfondimento pubblicato ieri, oggi cercheremo di capire quale potrebbe essere il possibile aggravio fiscale sulla mia eredità derivante dai possibili cambiamenti da Flat Tax e Reddito di Cittadinanza.

E lo faremo utilizzando semplici esempi per quantificare in euro di quanto si alleggerirebbero le nostre tasche se venissero introdotti alcuni cambiamenti.

Se non sai quale siano attualmente le tasse da pagare sul tuo patrimonio in successione, non esitare a contattarmi, nel parleremo in maniera riservata !

Per capire invece perché potrebbero arrivare aggravi fiscali, ti rimando al mio articolo  di ieri La tua Eredità minacciata da Flat Tax e Reddito di Cittadinanza?!

Allora partiamo con il primo esempio: un imprenditore che lascia a moglie e 2 figli un patrimonio come da tabella qui sotto. Nel calcolare l’imposta possibile abbiamo eliminato le imposte ipo-catastali applicando semplicemente indicata dell’aliquota all’intero valore fiscale del patrimonio.

Ipotizzando solo il cambiamento ritenuto per ora più plausibile da “Il Sole 24 ore” (si veda sempre il mio articolo di ieri), ovvero un abbassamento della franchigia da 1milione a 400mila euro ad erede, dai 6.000 euro attuali di imposte ipo-catastali arriveremo a pagare un bel 32.000,00 euro.

Se ipotizzassimo, come nella tabella seguente, oltre all’abbassamento delle franchigie anche un alzamento dell’aliquota dal 4% all’8%? Arriveremo a pagare 64.000,00 euro.

E se invece ipotizzassimo il mantenimento dell’aliquota al 4%, un abbassamento della franchigia a 400mila e che la tassazione venga effettuata sul valore commerciale anziché sul valore fiscale? Beh in questo caso arriveremo a pagare 152.000,00 euro.

Se infine ipotizzassimo qualcosa di più drastico, ma molto più vicino alla media dei Paesi europei? In questo caso dovremmo simulare una aliquota al 26% e franchigie di 400mila. Così facendo arriveremo a pagare addirittura 240.000,00 euro !!

Appare esagerato? Beh dobbiamo considerare, come si vede nella seguente tabella,

che ad oggi l’Italia è una sorta di paradiso fiscale se la confrontiamo con quanto avviene nel resto dei Paesi europei. Ed è li che dobbiamo guardare, visto che siamo in clima di armonizzazione delle normative nazionali e considerando che il Fondo Monetario Europe ci ha già richiamati a “Tassare ricchezze e immobili per ridurre il debito e le imposte sul lavoro”…….

A pagare di più, quindi, saranno tutti o quasi tutti.

Già perché a pensarci bene, visto che gli strumenti di tutela esistono, a rimetterci, probabilmente, saranno le famiglie a cui nessuno ha sollevato il problema e che, quindi, non si attiveranno per una corretta pianificazione in materia successoria.

Io, come tutti gli addetti ai lavori mi sto già muovendo per tutelare le tasche dei miei clienti dai possibili cambiamenti…….

Come?

Beh ……… non esitare a contattarmi per parlarne assieme !!

Sul tema ti raccomando anche la lettura di :

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.