Un recente articolo in merito alla Carim riporta che …….”Secondo Milano Finanza il salvataggio delle casse di risparmio di Rimini, Cesena e San Miniato resta in alto mare….”
Secondo i calcoli fatti nell’articolo citato, per il salvataggio delle tre casse mancherebbero circa 300 milioni, disponibilità che il fondo Atlante 2 (uno dei due fondi pubblici creati per il salvataggio delle banche in difficoltà) non ha in cassa.
L’articolo prosegue “…….Rimane tra i consulenti un cauto ottimismo ma sta di fatto che il tempo a disposizione è poco…….infatti il 15 settembre scadrà il nuovo termine dell’esclusiva di acquisto da parte del Credit Agricole, impegno il cui obiettivo è condurre il porto il salvataggio prima dell’approvazione dei risultati semestrali delle tre casse. Risultati che dovrebbero acclarare la discesa del patrimonio sotto i livelli minimi e dunque il rischio concreto di risoluzione…….”
Ricordiamo che la risoluzione non è altro che il pagamento dei “buchi” di bilancio della banca con il coinvolgimento dei risparmiatori attraverso l’annullamento dei loro risparmi in diverse forme……..
Attenti amici che la barca fa ancora acqua e non è ancora in porto……
Articolo completo al link Salvataggio Carim mancano 300 milioni.
carimmmmmmmmmm

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.