23.03.2016
La normativa attuale, in tema di successioni, prevede una franchigia di 1 milione di euro per erede, coniuge o parenti in linea diretta. Ovvero sul valore di un migliore di eredità ad erede non si pagano tasse.
Per le eccedenze rispetto al milione, invece, c’è una imposizione fiscale del 4% per i parenti in linea diretta (coniuge e figli), del 6% per i parenti fino al quarto grado e dell’8% per gli altri soggetti.
L’Italia, per quanto strano possa sembrare, dal punto di vista delle tasse di successioni, rappresenta un vero e proprio paradiso fiscale.

Ma c’è depositata già una nuova proposta di legge, proposta che vede l’abbassamento drastico delle franchigie (anche del 90%) ed un innalzamento delle aliquote (oltre il doppio).
Un bel modo dello Stato per fare cassa !
E dovrebbe essere solo un primo passo, visto che in Europa le franchigie sono minime e le aliquote medie sono tra il 25 ed il 30%……….
Ma come fare per ridurre al minimo inutili tasse e oneri statali?
Siate scaramantici quanto volete, ma andate a scambiare due chiacchiere col vostro consulente !
Per la fonte dell’odierno elaborato si veda :
http://www.professionefinanza.com/scheda.php?id=14278